SicilyOnTour.com - Itinerari alla Scoperta della Sicilia

pixel
  SicilyOnTour.com Home Page Tutti gli Itinerari di SicilyOnTour.com Contattaci  

SicilyOnTour.com Italian Version of WebSite

SicilyOnTour.com English Version of WebSite

 
 

 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

 
 
Home Page Castelli Medievali Parchi Letterari Arti e Tradizioni Riserve Naturali Parchi Archeologici Tutti gli Itinerari
 
 
Itinerari e Luoghi da Scoprire
  Itinerari nelle Province Siciliane
Agrigento Palermo
Caltanissetta Ragusa
Catania Siracusa
Enna Trapani
Messina
   Principali Itinerari Turistici Siciliani

Itinerario dei Castelli Medievali di Sicilia

Nati per difendere, oggi fortezze che conquistano con la loro bellezza...

Itinerario dei Parchi Letterari di Sicilia

La magia della Sicilia nelle pagine dei siciliani...

Itinerario delle Arti e Tradizioni Popolari

Scrigni preziosi per conservare profonde radici...

Itinerario Naturalistico, Parchi e Riserve

Là, dove gli Dei vivevano aggirandosi come uomini...

Itinerario Storico Archeologico

Qui la storia millenaria dell'isola sembra parlare direttamente...

Tutti gli Itinerari >>

SicilyOnTour.com Partnership

Prestiti Personali

Con Finatel fino a 50.000 €. Supertasso. Zero Spese. Esito Immediato.

Finanziamenti

Aliprestito ti finanzia subito fino a 75.000 €. Scopri Come!

Inserisci il tuo Link qui!

SICILIA
Home Page > Sicilia:
Informazioni Generali
Storia e Politica
Geografia e Clima
Flora e Fauna
Economia
Demografia
Cultura
Vita Sociale
Cucina
Sagre ed Eventi
I Vini Siciliani
   
:: Cucina e Prodotti Tipici Siciliani

“C’è sempre un oltre in tutto, voi non volete o non sapete vederlo”, diceva Luigi Pirandello, uno dei massimi drammaturghi italiani di origine siciliana. E la Sicilia è la terra che questo “oltre” racchiude in massimo grado. Pirandello ha provato a svelare questo mistero, cercando di far intravedere la natura di quel “plus”, che tuttavia qui è destinato a rimanere sempre in parte coperto. La Sicilia è l’anima mediterranea: prodotto dei più diversi spiriti e delle più diverse razze, dalle sue varie facce appare stranissima, assurda, pericolosa, incomprensibile, nobile e volgare, buona e cattiva; appare tutto e appare nulla. Le sue città risuonano nel disordine dei paradossi, nei versi armoniosi e caldi delle espressioni e dei colpi di scena Eolie - Isola di Salina (ME), pomodorini appesi ad essiccaredella sua letteratura. E caldi e armoniosi sono i suoi vini e i suoi sapori. Semplici e fatti a norma, i piatti a base dei trentatré prodotti protetti sono un omaggio alla mediterraneità. L’anima rurale della regione è la stessa che incornicia gli amori aspri e terribili dei racconti del Verga, ma è anche quella patologica dei “Viceré” di De Roberto, quella più tarda degli “ingravidabalconi” di Brancati e quella dura e spietata di Leonardo Sciascia. Ma sempre fuori dall’omologazione di una diversità “fatta di coppole a tutti i costi”. Sicilia è silenzio inerte delle sue penombre, scivolose segretezze delle melodie belliniane che furoreggiano al Metropolitan e al New York City Hall. E proprio a una delle maggiori opere del grande musicista siciliano gli abitanti di Catania hanno dedicato un monumento di quotidiana gustabilità, le “pennette alla norma”, un piatto dal sapore ruvido a base di melanzane, pomodoro e ricotta infornata, o, in alternativa, Pecorino siciliano, uno dei 7 prodotti Dop locali (l’altro formaggio a pasta semidura è il Ragusano). Tra le altre Dop spiccano 3 oli pregiati, Monti Iblei, Valli Trapanesi e Val di Mazara, e l’oliva da mensa Nocellara del Belice. Città e campi dagli “altari ardenti”, onorati massimamente anche da 2 prodotti Igp: le arance rosse di Sicilia e i capperi di Pantelleria. Ed è nella toponomastica dei vini che scorre mentalmente la geografia dell’isola raccontata dagli scrittori siciliani. Il principe Salina, ovvero il “Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa, ci ricorda Cantina di una azienda agricolal’omonimo vino a Indicazione geografica tipica, marchio di cui si fregiano altri 6 vini regionali (Sicilia, appunto, Salemi, Camarro, Colli Ericini, Fontanarossa di Cerda, Valle Belice). E “il mare color del vino” di Leonardo Sciascia rammenta il viola pungente dei suoi 18 vini Doc. Di questi prodotti è fatta la trama della terra siciliana, eredità di memoria e di buon gusto. Del principe (Tomasi di Lampedusa) si ricorda la Sicilia che non vuole cambiare, di Sciascia, l’irrimediabilità dell’isola.

La Sicilia "in cucina"







 

GLI ITINERARI SICILIANI DEL GUSTO
Nella terra del vulcano Etna
Uno degli itinerari enogastronomici più semplici, ma proprio per questo facilmente organizzabile in modo indipendente da qualsiasi turista, prevede l’arrivo a Catania, città ricca di bellezze artistiche, per poi visitare i paesi etnei, tra cui un posto d’onore spetta sicuramente a Castiglione di Sicilia, una delle città del vino: nelle sue molte aziende vinicole è possibile gustare e acquistare i vini Doc della zona, siano essi bianchi, rosati e rossi, già storicamente conosciuti e decantati da Plinio.

La strada del Bianco d’Alcamo
Siamo nel Regno del Bianco d’Alcamo, terra che incanta per la bellezza dei suoi paesaggi e la delizia dei suoi vini. La strada del vino attraversa Castellammare del Golfo, Alcamo, Segesta, Scopello e Calatafimi, comuni interessati dalla Doc Bianco d’Alcamo. Ai nobili vini di questi luoghi fa da sfondo un mare di straordinaria limpidezza su cui si affacciano candide spiagge e solitarie scogliere e un entroterra intriso di storia e di tradizioni.

La strada del Marsala e del Moscato di Pantelleria
Per trovare quella sovrapposizione di stili e di epoche che fanno di questo un territorio unico, basta spostarsi da Erice a Trapani, da Salemi a Marsala fino all’isola di Pantelleria, dove importanti vestigia racchiudono millenni di storia delle civiltà del Mediterraneo. In questi luoghi l’imponenza delle opere erette dall’uomo fronteggia, quasi a sfidarla, la grandiosità della natura nelle sue molteplici manifestazioni, dal mare bellissimo e cristallino ai maestosi faraglioni, alle terme collegate a un’attività vulcanica oggi assopita.

La Sicilia nascosta: luoghi, sapori e profumi nel Parco delle Madonie
La Sicilia "nascosta" è una terra che guarda il mare da lontano, dall’alto di un paesaggio di montagna dove la neve è da sempre amica degli inverni, e dove gli inverni sono immersi nella solitudine e nel silenzio delle rocce secolari e dei monti. Le Madonie costituiscono una sorta di austero "nord siciliano" in cui l’uomo vive in un armonioso e misterioso contatto con la natura, dimensione oggi più che mai rara. Esse contribuiscono a donarci un profilo più ricco e complesso della Sicilia e dei siciliani.

 
 

Home Page | Partnership | Scambio Links | Contattaci | English Version | SEO-Map